Un tempo sospeso, ecco come lo vivo questo lungo periodo. Un tempo in cui ho sospeso i viaggi per esempio. Un tempo in cui ho sospeso i pensieri, si perché non posso pensare di voler fare una cosa se poi tanto già so che per ora non mi è possibile.

Un tempo sospeso dall’ufficio che non vedo da quel 5 marzo pensando “vabbè tra 15 giorni tanto ci torno” e invece a Dicembre ancora non ci sono passata nemmeno per prendere le mie cose.

Un tempo sospeso quasi in apnea durante il quale ho imparato a crearmi nuove abitudini e nuove routine che però ancora non riesco a vedere proprio come mie, le percepisco sempre come temporanee e chissà se poi sarà effettivamente così. Un tempo sospeso rispetto alla mia, seppur poco frequente, socialità e soprattutto una sospensione dalla libertà di poter incontrare chi voglio, quando voglio e dove voglio.

Pianifico il primo viaggio che farò appena tutto tornerà alla normalità (perché questo ad un certo punto succederà giusto?) perché il pensiero di ciò che tornerà ad essere mi alleggerisce un pochino. Sara diversa la normalità dopo questo tempo sospeso? Probabilmente si. Sicuramente lo sarò io.

Share if you like :)